Tartarotti, Girolamo

Dizionario di eretici, dissidenti e inquisitori nel mondo mediterraneo
Edizioni CLORI | Firenze | ISBN 978-8894241600 | DOI 10.5281/zenodo.1309444

165px-Girolamo_Tartarotti.jpg

Girolamo Tartarotti (Rovereto, 2 gennaio 1706 – Rovereto, 16 maggio 1761) è stato un letterato, erudito e storiografo.

Autore prolifico e poliedrico, la sua opera più celebre è stata il trattato Del congresso notturno delle Lammie (Venezia, Giambattista Pasquali, 1749), in cui condannava i processi per stregoneria, pur ammettendo l'esistenza delle pratiche magiche (per questo Scipione Maffei polemizzò contro di lui).

Di rilievo ed utilissima per penetrare nello spirito dei tempi in cui egli visse è anche la sua corrispondenza con Benedetto Bonelli sull'accusa del sangue rivolta agli ebrei.

Bibliografia

  • Marino Berengo, Girolamo Tartarotti, in La letteratura italiana - Storia e testi, vol. XLIV, t. V, Ricciardi, Milano-Napoli 1978.
  • Nicola Cusumano, Ebrei e accusa di omicidio rituale nel Settecento. Il carteggio tra Girolamo Tartarotti e Benedetto Bonelli (1740-1748), Unicopli, Milano 2012.
  • Enrico Zucchi, Tartarotti, Girolamo, in DBI, vol. 95 (2019) (e bibliografia ivi).

Article written by Redazione | Ereticopedia.org © 2013

et tamen e summo, quasi fulmen, deicit ictos
invidia inter dum contemptim in Tartara taetra
invidia quoniam ceu fulmine summa vaporant
plerumque et quae sunt aliis magis edita cumque

[Lucretius, "De rerum natura", lib. V]

uc?export=view&id=1_usu8DkYtjVJReospyXXSN9GsF3XV_bi
The content of this website is licensed under Creative Commons Attribution 4.0 International (CC BY 4.0) License