Carlini, Barbara

Dizionario di eretici, dissidenti e inquisitori nel mondo mediterraneo
Edizioni CLORI | Firenze | ISBN 978-8894241600 | DOI 10.5281/zenodo.1309444


Barbara Carlini è stata una donna perseguitata per stregoneria a Modena nel 1567.

Il procedimento contro di lei fu condotto nel 1567 dal vicario inquisitoriale Angelo da Faenza.

Una testimone di nome Iacopina Martignoli accusò Barbara di averla avvelenata con acqua mista a olio. Iacopina sostenne di aver vomitato chiodi, aghi e stecchi, aggiungendo che Barbara era solita guastare le persone per indurle ad adorare il diavolo.
Un'altra testimone, Francesca Melloni, affermò che Barbara aveva aiutato una balia perché il bambino che aveva in affidamento si era ammalato, facendo un rito sul bambino, che però era morto.

Fonti e bibliografia

  • Archivio di Stato di Modena, Inquisizione, b. 7, bb. 9.
  • Domizia Weber, Sanare e maleficiare. Guaritrici, streghe e medicina a Modena nel XVI secolo, Carocci, Roma 2011.

Article written by Domizia Weber | Ereticopedia.org © 2021

et tamen e summo, quasi fulmen, deicit ictos
invidia inter dum contemptim in Tartara taetra
invidia quoniam ceu fulmine summa vaporant
plerumque et quae sunt aliis magis edita cumque

[Lucretius, "De rerum natura", lib. V]

uc?export=view&id=1_usu8DkYtjVJReospyXXSN9GsF3XV_bi
The content of this website is licensed under Creative Commons Attribution 4.0 International (CC BY 4.0) License