Angela la vecchia (presunta strega, Modena, XVI sec.)

Dizionario di eretici, dissidenti e inquisitori nel mondo mediterraneo
Edizioni CLORI | Firenze | ISBN 978-8894241600 | DOI 10.5281/zenodo.1309444


Angela detta la vecchia è stata una donna perseguitata per stregoneria a Modena nel 1582.

Del procedimento contro di lei si occupò il vicario inquisitoriale Mario Abondio nell'aprile 1582.
Angela era stata denunciata da un uomo (un cert Giovan Antonio Circi) che dichiarò che ella era solita guarire i bambini stregati ("aconzare et guarire deli puttini malificiati"). Il bambino del denunciante invece era morto. Dalle dichiarazioni del denunciante emerge che la donna era originaria di Nonantola e che si era trasferita a Modena.
Un altro testimone raccontò come la donna avesse tentato di curare sua moglie promettendo una pronta guarigione nel giro di due giorni, chiedendo al marito di far dire una messa.

Fonti e bibliografia

  • Archivio di Stato di Modena, Inquisizione, B. 8, bb. 4.
  • Domizia Weber, Sanare e maleficiare. Guaritrici, streghe e medicina a Modena nel XVI secolo, Carocci, Roma 2011.

Article written by Domizia Weber | Ereticopedia.org © 2021

et tamen e summo, quasi fulmen, deicit ictos
invidia inter dum contemptim in Tartara taetra
invidia quoniam ceu fulmine summa vaporant
plerumque et quae sunt aliis magis edita cumque

[Lucretius, "De rerum natura", lib. V]

uc?export=view&id=1_usu8DkYtjVJReospyXXSN9GsF3XV_bi
The content of this website is licensed under Creative Commons Attribution 4.0 International (CC BY 4.0) License