Verallo, Girolamo

Dizionario di eretici, dissidenti e inquisitori nel mondo mediterraneo
Edizioni CLORI | Firenze | ISBN 978-8894241600 | DOI 10.5281/zenodo.1309444

Girolamo Verallo o Veralli (Cori, 1497-Roma, 10 ottobre 1555) è stato un diplomatico pontificio e cardinale.

Nipote del cardinale Domenico Giacobazzi, fu nunzio a Venezia dal 1537 al 1540.
Nel 1541 fu inviato nunzio a Ferdinando d'Asburgo re dei Romani al posto di Giovanni Morone.
Fu poi nunzio a Vienna presso l'imperatore Carlo V dal 1545 al 1547.
Nominato cardinale da Paolo III l'8 aprile 1549, e in seguito incluso tra i membri della Congregazione del Sant'Uffizio, di cui faceva parte all'inizio del papato di Giulio III (la sua prima presenza alle sedute della Congregazione è attestata in data 17 giugno 1550) e di quello di Paolo IV.

Bibliografia

  • Processo Morone2, p. 508, nota 17.
  • Herman H. Schwedt, Die Anfänge der Römischen Inquisition. Kardinäle und Konsultoren 1542 bis 1600, Herder, Freiburg 2013, pp. 261-262.

Links

Voci correlate

Article written by Daniele Santarelli | Ereticopedia.org © 2013

et tamen e summo, quasi fulmen, deicit ictos
invidia inter dum contemptim in Tartara taetra
invidia quoniam ceu fulmine summa vaporant
plerumque et quae sunt aliis magis edita cumque

[Lucretius, "De rerum natura", lib. V]

CLORI%20Botticelli%20header%203.jpg

The content of this website is licensed under Creative Commons Attribution 4.0 International (CC BY 4.0) License